Vino pollino - Produzione e vendita del Vino pollino | Masseria Falvo 1727

Azienda/ Storia

Storia antica. Emozioni sempre vive.

Nei primi anni del 1700 una ricca famiglia di nobili cosentini decide di costruire una masseria nei suoi possedimenti alle falde del Pollino, nasce cosi' la masseria Falvo. Il nucleo architettonico viene ultimato nel 1727 e la data impressa in modo indelebile sulla parete della facciata principale del caseggiato padronale: il "Casino". Intorno la masseria prende forma con la costruzione degli edifici essenziali alla vita dell'epoca: fienili, granai, stalle, il pozzo, il forno e la chiesetta.



La parete della facciata principale ricorda l'anno di ultimazione.

Il primo piano del "Casino" viene destinato a residenza padronale, mentre il piano inferiore è destinato ai tesori della Masseria: l'olio ed il vino. Ancora oggi sono visibili: l'antico frantoio a vite, risalente ai primi anni del XVIII sec. e le cisterne interrate, destinate a conservare in luogo sicuro e riparato l'olio ed il vino; provenienti dai possedimenti posti sui primi contrafforti del Pollino, lontano dalle zone ancora malariche della pianura di Sibari. Ulivi secolari fanno, ancora, bella mostra di se nella Masseria, mentre gli antichi vitigni sono stati perpetuati attraverso una sapiente selezione: la lacrima del Pollino, il Moscatello di Saracena, la guarnaccia, la malvasia. Attraverso alterne vicende la Masseria Falvo arriva agli inizi del secolo scorso conservando ancora tutto il suo splendore; la vita e le attività agricole vengono svolte e vissute intensamente, introdotte anche altre colture: l'arancio ed il mandarino, che con il tempo costituiranno un'altra importante fonte di reddito per l'azienda.

La passione innata fa risorgere un antico sogno...

Nel dopoguerra l'azienda e la Masseria subiscono un lento declino, la viticoltura viene progressivamente abbandonata e non solo sul Pollino, l'intero comparto vitivinicolo calabrese si assottiglia sempre di piu', fin quasi a scomparire. Si arriva cosi' ai primi anni del XXI sec. quando gli eredi del piu' giovane dei Falvo, Quintilio Rosario, decidono di prendersi cura della Masseria e di riportarla agli antichi fasti. Cosi' i fratelli Piergiorgio ed Ermanno iniziano con passione la ristrutturazione dell'antico complesso architettonico, reimpiantano vigneti, uliveti ed aranceti, avendo cura di riscoprire, preservare e valorizzare tutte le essenze e le varieta' autoctone. In particolare nelle vigne vengono utilizzati la lacrima ed il moscatello, le due varieta' piu' antiche e ricche di storia. Oggi la famiglia Falvo comincia a cogliere i frutti del lavoro di riscoperta delle proprie tradizioni centenarie, grazie alle prime produzioni vinicole di altissima qualita'.

S.P. Piana - località Garga | 87010 Saracena (CS) | P.Iva: 01746520780